Accedi al tuo account

Se sei già registrato accedi al tuo account con le tue credenziali.

Registrati

Creare un account è semplicissimo. Grazie al tuo account potrai monitorare la consegna dei tuoi acquisti, gestire i tuoi dati personali, beneficiare di offerte esclusive e molto altro.

Crea il tuo account
close

risultati ricerca

close
Il carrello è vuoto

La storia

I nostri tappeti

I nostri tappeti si suddividono in diverse categorie: Tappeti Classici, Tappeti Extra Fini, Tappeti Antichi, Aubusson, Kilim, Gabbeh e Tappeti Moderni.

Nel dettaglio le qualità di tappeti presenti nel nostro negozio a Genova sono: Abadeh, Afshari, Agra, Bercana, Bigiar, Borcialu`, Bukara, Ferahan, Gabbeh, Giajim, Habibian, Hamedan, Herat, Herekeh, Heriz, Hosseinabad, Isfhan, Jaipur, Kheisari, Karabagh, Karage, Kashan, Mohtasham, Kashkai, Kashkuli, Kashmir, Kazak, Kerman, Khorassan, Kilim, Kuba, Lilyan, Mahal, Malayer, Mashad, Mazlagan, Mud, Nahavan, Nain, Pechino, Perpedil, Qum, Qum Seta, Rudbar, Samarkanda, Saraband, Saruk, Saveh, Semnan, Seneh, Shiraz, Shirvan, Shirnan Cici, Shirvan Lesghi, Shirvan Marasali, Shirvan Kangeh, Shirvan Konegan, Soltanabad, Sumak, Tabass, Tabriz, Turkeman, Uzbek, Varamin, Yayali, Yalameh, Zangian, Zeikur, Ziegler.

Tappeti persiani classici

I tappeti classici si dividono principalmente in due categorie: quelli geometrici e quelli floreali in base ad una tradizione sviluppata nell'Asia centrale migliaia di anni fa.

Oltre ad essere una parte essenziale della cultura iraniana lo è anche in Russia, India, Turchia, Cina, Afghanistan e Pakistan.

I tappeti persiani classici vengono annodati a mano hanno due lavorazioni in lana e cotone (ordito) o in lana su lana.

Sicuramente l'arte del tappeto persiano in Iran rappresenta un ruolo importante dell'economia nazionale.

La lana utilizzata per la realizzazione dei tappeti persiani è la lana di pecora, capra o cammello.

Le pecore di solito vengono tosate in primavera e in autunno, il livello qualitativo più alto della lana e spesso indicato come lana “Kork“ o “Kurk” che viene ricavata dal pelo che cresce sul collo della pecora.

I colori naturali usati nei tappeti persiani sono ottenuti da piante e insetti.

L'apparizione di lieve deviazione all'interno dello stesso colore e chiamato abrash (chiazzato).

L’ abrash si trova nei tappeti orientali le cui lane sono tessute tradizionalmente. La sua presenza suggerisce che probabilmente il tappeto è stato tessuto da un singolo tessitore, il quale non ha avuto abbastanza tempo per preparare una quantità sufficiente di filo tinto per completare il tappeto. Spesso però l’abrash può anche essere introdotto di proposito dal tessitore.

La tessitura dei tappeti è una lavorazione che richiede molto tempo a seconda delle qualità e delle dimensioni del tappeto, a volte può richiedere pochi mesi o diversi mesi per un solo tappeto.

Per fare un tappeto persiano è necessario un’ intelaiatura costituita da trame e orditi: l’ordito è costituito da fili di cotone, lana o seta che attraversano la lunghezza del tappeto.

I fili passano sotto e sopra gli orditi da una parte all'altra sono chiamati trama.

I tappeti persiani sono principalmente intrecciati con due diversi nodi: il nodo simmetrico turco o “Ghiordes” usato anche in Turchia, nel Caucaso e l’asimmetrico “nodo Senneh” usato anche in India, Pakistan e Cina.

Il termine “nodo Senneh” è fuorviante perché i tappeti per esempio nella città di Senneh sono tessuti con nodi simmetrici.

Un altro nodo usato spesso nei tappeti persiani e il “nodo Jufti” che è legato intorno a quattro orditi invece che due.

Tappeti persiani antichi

I tappeti persiani antichi sono quelli in via di estinzione e che in base ad epoca disegno e manifattura non vengono più prodotti.

Sono ben differenti da quelli che vengono invecchiati artificialmente lasciati al sole o lavati per invecchiamento.

Per essere classificato come tappeto antico persiano deve avere minimo un secolo di vita mentre se ne ha meno lo si definisce vecchio o di vecchia manifattura.

Tappeti persiani fini

I tappeti persiani fini sono di una lana superiore dove la lavorazione ed i disegni risultano più definiti.

In alcuni di questi tappeti viene usata la seta con passaggi maggiori di fili di trama per ciascun filo di tessitura ordito.

Spesso viene usata la lana Kork (lana che si trova intorno al collo della pecora) che è un tipo di lana più pregiata rispetto alla lana di pecora o capra utilizzata per i tappeti più classici e nelle zone nomadi.

Tappeti Gabbeh

Il Gabbeh è un tappeto persiano tessuto a mano di qualità grossolana con disegno astratto e che si basa su campi aperti di colore e con geometria.

I tappeti Gabbeh sono molto più spessi e ruvidi degli altri tappeti persiani.

Questo tipico tappeto più ruvido e primitivo, in stile moderno, oggi viene prodotto oltre che in Iran anche in India.

Nonostante siano tappeti fatti da sempre, i Gabbeh sono considerati moderni per via dei loro motivi minimal.

Tappeti Kilim

Il kilim e un tappeto persiano senza pelo, tessuto come un arazzo prodotto dai Balcani fino al Pakistan.

Il kilim può essere un tappeto puramente decorativo o può essere usato come tappeto da preghiera.

Il kilim di manifattura recente è molto comune nei pavimenti delle case occidentali.

I kilim sono prodotti intrecciando strettamente i fili di ordito e trama realizzando una superficie piana senza peli. Quando si raggiunge l'estremità di un confine di colore il filo di trama viene riavvolto dal punto di confine così, se il limite di un campo è una linea retta verticale, si forma una fessura verticale tra due aree di colore differenti. Per questo la maggior parte dei kilim può essere classificato come tessuto tagliato.

Le fessure sono annodate dai collezionisti sottolineando la geometria dei disegni.

Sono quasi sempre di lana mentre i fili di ordito possono essere sia di lana che di cotone.

Tappeti persiani moderni

I tappeti persiani moderni sono stati creati per gusti più europei tipo Zigler creati alla fine dell'Ottocento e prodotti in Pakistan e Afghanistan copiando i disegni dei tappeti persiani caucasici.

Questi tappeti vengono fatti stingere tramite i raggi del sole e lavati con pietre per renderli antichizzati.

Altro tipo di tappeto è il Kazak che copia il disegno caucasico dello Shirvan ma viene prodotto in Afghanistan sempre con una lavorazione a mano.

Questi tappeti vengono definiti decorativi per ambienti sia moderni che classici anche per via dei loro colori tenui.

Un altro tipo di tappeto moderno è il Patchwork che viene creato con composizioni di vari pezzi di tappeti o di Kilim vecchi o antichi, i più moderni sono quelli fatti con i ritagli o gli scarti di tappeti poi vengono cuciti assieme e colorati di un unico colore.